Tra il Brasimone e Monte Gatta

0

Quattro ore di cammino nell’alta valle del Reno, attorno al lago artificiale, in mezzo ad affascinanti castagneti, alla scoperta delle imponenti opere idrauliche costruite all’inizio del secolo scorso.

Di Stefano Lorenzi

(Pubblicato sul numero uscito nella primavera del 2012)

Partendo da Castiglione dei Pepoli in direzione Lago del Brasimone, subito usciti da paese trovare sulla sinistra un piccolo parcheggio, li si può lasciare l’auto e partire per il nostro itinerario. Prendiamo il sentiero CAI 001 in direzione Brasimone. Il sentiero sale dolcemente in mezzo ai castagni e rimane quasi parallelo alla provinciale 62 che conduce al Brasimone. Giunti il località Scaliera qui il sentiero ci da la possibilità di scendere al lago con un deviazione di circa 300 metri. Possiamo fermarci tranquillamente sulle sponde del lago costruito all’inizio del secolo scorso  con lo sbarramento del  torrente Brasimone. Qui troviamo alcuni locali pubblici dove gustare un buon caffè.  Ritorniamo indietro e ripercorriamo a ritroso in salita fino a incontrare di nuovo il 001 e prendiamo a destra. Il percorso prosegue abbastanza piano costeggiando a poca distanza il lago. Poi si sale in direzione Pian Colore per poi incontrare il sentiero CAI 003 che prendiamo a sinistra in direzione Monte Gatta. Il percorso resta in quota (circa sui 1000 metri) e gira intorno al monte Gatta. Poco dopo passiamo sotto il tubone delle condotta forzata e poco dopo arriviamo sulla strada nei pressi di Monte Baducco. Continuiamo a seguire il 003 che poi in discesa ci riporta al punto di partenza.

Il percorso è di circa 13 km e sono necessarie circa 4 ore e mezza.

Condividi con

About Author

Comments are closed.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto