C’è UOVO e UOVO

0

Detective della natura  – La settima ed ultima puntata del corso per riconoscere le tracce degli animali

Foto e testi di Paolo Taranto

Anche le uova o loro gusci sono un segno di presenza molto utile per capire che animale è passato dalle vostre parti. E non si pensi solo alle uova degli uccelli, anche gli Anfibi e i Rettili depongono uova.

Anfibi
Se in uno specchio di acqua dolce trovate delle masse gelatinose, come delle sfere agglomerate tra loro oppure dei fili di sfere, si tratta sicuramente di ovature di Anfibi. Le più comuni sono quelle di rane e rospi, ma non è difficile trovare anche ovature di tritoni se si è negli ambienti giusti. Analizzando il luogo di deposizione e l’altitudine, le dimensioni delle ovature e delle singole uova e il colore degli embrioni al loro interno non è difficile identificare la specie che le ha prodotte. Le uova di Anfibi, e soprattutto quelle di tritone, possono essere confuse con le uova delle lumache d’acqua e dei Tricotteri; molte specie di lumache d’acqua infatti depongono le proprie uova in masse gelatinose molto simili a quelle degli Anfibi attaccandole alla superficie di piante o altri oggetti sommersi e lo stesso fanno i Tricotteri.

Specie

Dimensioni dell’uovo

Dimensioni dell’embrione

Colore dell’embrione

Note

Rana rossa (Rana tempora ria) 8-10 mm 2-3 mm Nero o grigio scuro con macchia inferiore bianca Grandi ammassi galleggianti
Rana agile (Rana dalmatina) 9-12 mm 2-3 mm Marrone scuro con lato inferiore chiaro Piccoli ammassi galleggianti, liberi non attaccati 
Rana verde minore (Pelophylax lessonae) 7-8 mm 1,5 mm Marrone con lato inferiore color crema Piccoli ammassi fissati a piante acquatiche
Rana verde maggiore (Pelophylax ridibundus) 5-6 mm 1,5 mm Marrone con lato inferiore color crema Piccoli ammassi fissati a piante acquatiche
Rospo comune (Bufo bufo) 1,5-2 mm Nero Le uova formano dei cordoni a due file
Tritone punteggiato (Lissotriton vulgaris) 3 mm 1,5 mm Grigio o marrone Uova deposte singolarmente nelle pieghe di piante sommerse
Tritone crestato (Triturus cristatus) 4,5 mm 2 mm Bianco giallognolo Uova deposte singolarmente nelle pieghe di piante sommerse

 

Rettili
La maggior parte delle specie di Rettili italiani sono ovipari cioè depongono le uova con l’eccezione di poche specie che sono invece vivipare cioè partoriscono dei piccoli già formati (vipere e lucertola vivipara ad esempio). La maggioranza dei Rettili, che siano lucertole, serpenti o tartarughe, seppellisce le uova o le nasconde in anfratti protetti. A differenza degli Uccelli, i Rettili non devono covare le uova. Il ritrovamento di uova di Rettili però è molto raro; può capitare accidentalmente di trovare le loro uova quando si sistema il giardino magari sotto un sasso, o in qualche anfratto nel terreno; sono generalmente di colore bianco e di piccole dimensioni (non avendo in Italia dei Rettili di grandi dimensioni).  Le uova di tartarughe e gechi hanno un guscio duro mentre le altre specie come le lucertole o i serpenti hanno un guscio morbido e flessibile.

Uccelli
Può capitare di trovare uova nei nidi o a terra o a volte anche solo gusci o frammenti di gusci, sono tutti ottimi segni di presenza per identificare la specie di appartenenza. Bisogna però porre la massima attenzione se si trova un nido con uova, probabilmente l’adulto sarà scappato e bisogna allontanarsi il più velocemente possibile per evitare di arrecare disturbo, gli uccelli in cova sono molto sensibili e potrebbero abbandonare definitivamente il nido se disturbati.
Sono tanti i parametri che possono essere utili per identificare la specie a cui appartiene un uovo, alcuni sono direttamente legati all’uovo stesso (colore, forma, dimensioni etc) altri sono parametri esterni come l’habitat o il nido in cui si trovano le uova. 

Esistono dei testi appositi che aiutano nell’identificazione delle uova di ciascuna specie ad esempio: 

https://amzn.to/3a4YvcO  https://amzn.to/2U49sG3

La forma delle uova può essere ellittica, ovale, ovale appuntita e piriforme, tutte queste forme possono essere lunghe, normali e corte, cui si aggiungono forme più particolari come le uova di forma gran ellittica, sferica, gran ovale, bi-conica e conica. La forma delle uova è collegata al tipo di nido dove vengono deposte; ad esempio le uova rotonde o rotondeggianti vengono tipicamente deposte nelle cavità e non presentano rischio di rotolare fuori proprio perché si trovano in cavità chiuse, mentre le uova piriformi resistono maggiormente agli scivolamenti e sono solitamente deposte in nidi sui costoni rocciosi, le ovali hanno invece bisogno di nidi a coppa e sono tipiche, ad esempio, dei Passeriformi.

In linea generale le uova degli uccelli che nidificano nel terreno sono le più mimetiche con colori che si adattano perfettamente all’ambiente per esempio le uova di molti limicoli come il fratino o la beccaccia, oppure quelle del succiacapre; le uova di uccelli che invece nidificano dentro cavità sono in genere bianche, non hanno bisogno di mimetismo, questo avviene per esempio in varie specie di rapaci notturni, nel gruccione, nel martin pescatore etc.  La dimensione delle uova negli uccelli dipende dalla dimensione della specie stessa; specie molto piccole, come è ovvio pensare, depongono uova altrettanto piccole, come ad esempio le uova di Regolo che sono lunghe solo 1,3 cm, mentre specie più grandi depongono uova di dimensione proporzionalmente maggiore come ad esempio l’Aquila reale, le cui uova hanno una lunghezza di 7,2 cm. La variabilità di forma e soprattutto di colore si può avere anche all’interno della stessa specie; per diversi motivi (alimentari, stress, salute etc) la stessa specie può deporre uova di colore diverso con variabilità individuale o tra diverse covate o anche all’interno della stessa covata; per questo motivo è difficoltoso classificare le uova solo in base al colore, ma vanno considerate anche la forma, le dimensioni, il nido. Il Cuculo è un uccello parassita che non costruisce un proprio nido ma depone le sue uova nei nidi di altre specie lasciando che siano gli altri a covare le sue uova e allevare i suoi pulcini; per questo motivo il Cuculo è in grado di deporre uova di volta in volta molto simili nel colore alla specie che ha parassitato.

Colore

Specie

Bianco o crema, senza macchie Rondoni, Martin pescatore, Gruccione, Picchi, Pendolino, Scricciolo, Fringuello alpino
Azzurro, grigio azzurro, verdastro, senza macchie Passera scopaiola, Sordone, Culbianco, Codirossi, Saltimpalo, Usignolo, Storni
Fulvo o fulvo oliva, senza macchie Cutrettola, Cannaiola, Cannareccione, Regolo
Rosso mattone, senza macchie Usignolo di fiume
Azzurro o grigio/azzurro, con macchie di colore rosso o marrone/rossastro Beccamoschino, Pigliamosche, Saltimpalo, Culbianco, Pettirosso, Usignolo, Turdidi, alcuni Emberizidi e Fringillidi
Azzurro o grigio/azzurro con macchie di colore marrone, nero o grigio Voltapietre, genere Tringa, Cuculo, Cuculo dal ciuffo, alcune specie del genere Anthus, Beccofrusone, Beccamoschino, Cannareccione, Sterpazzola, Canapino, alcuni Turdidi, alcuni Emberizidi e Fringillidi, Passeri, Nocciolaia, Gazza
Giallastro o fulvo/pallido con macchie di colore marrone o marrone/rossastro Quaglia, Corriere piccolo, Pettegola, Cuculo, alcuni Alaudidi, Cutrettola, Regolo, Pigliamosche, Tordela.
Giallastro o fulvo/pallido con macchie di colore marrone scuro, nero o grigio Albastrello, Cuculo, Alaudidi, alcuni Lanidi e Motacillidi, Cutrettola, alcune specie del genere Sylvia, alcuni Emberizidi
Verde oliva con macchie di colore marrone/rossastro, marrone, marrone/oliva, nero o grigio Voltolino, Voltapietre, Scolopacidi, Beccaccino, alcuni ALaudidi, alcuni Lanidi, alcune specie del genere Sylvia, Pigliamosche, Ghiandaia
Verdastro con macchie rosse o marrone/rossastro Usignolo, Tordi
Verdastro con macchie di colore vede scuro o oliva Cuculo, Averla capirossa, alcuni Acrocefali, alcune specie del genere Sylvia, Ghiandaia
Verdastro con macchie di colore marrone, marrone/oliva, nero o grigio Voltapietre, Scolopacidi, Cuculi, alcuni Alaudidi, alcuni Lanidi, Acrocefali, alcune specie del genere Sylvia, alcuni Tordi, alcuni Emberizidi, Frosone, Passeri, Ghiandaia, Nocciolaia, Gazza
Rosato con macchie di colore rosso o marrone/rossastro Cuculo, Pispole, Averla piccola e capirossa, alcune specie del genere Sylvia
Rosato con macchie di colore marrone, nero o grigio Canapino, alcuni Emberizidi, Rigogolo

 

 

 

  • “Prossimi corsi online
    Sono tutti della durata di 6 ore, si possono seguire in diretta o anche successivamente “On-Demand” (su richiesta)

    • Birdgardening: allestire un giardino per uccelli con mangiatoie, nidi artificiali, acqua e piante adatte
    • Outdoor: muoversi in natura in sicurezza, orientandosi correttamente, preparandosi ad affrontare ogni emergenza
    • Riconoscere i versi degli animali: un corso specifico per imparare a riconoscere i canti degli uccelli e i versi degli animali
    • Biologia dei rapaci diurni: biologia e caratteristiche dei rapaci, la forza dell’Aquila reale, la velocità del Falco pellegrino, la super-vista e tanti altri aspetti e curiosità.
    • Fauna dell’Appennino: abitudini di vita e biologia di Mammiferi e Uccelli dell’Appennino

      Per informazioni sui corsi: https://www.radicediunopercento.it/docentecorso/paolo-taranto/

Condividi con

About Author

Comments are closed.

X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto